Giorno 3-la spesa!!!

Sì, perché alla fine è stata una vera caccia al tesoro: visto che Billa è come da noi molto caro (a meno di non trovare Angeboten come ho fatto io), me li sono passati 

tutti,  da Hofer a Zielpunkt (che dall’insegna sembra tutto tranne che un supermercato). 

Ho trovato un bicchiere di plastica qua, il sale e l’olio di là… In panico perché alle 19 qui chiude tutto, Billa compreso, ho arraffato per 3,50 € un mug con “Schnecke” decorativa (prima o poi faccio una foto 

*__*) e, camminando con poca speranza per Margaretenstraße, sono finita da una specie di “tutto a 1 euro” giustamente chiamato”Echt günstig”… Piatto-accendino-posate e via! Finalmente una cena decente… E visto che c’ero ho preso pure un po’ di Vollkornbrot (semi di girasole!) e di nocipesche per la colazione.

 

Ma non è finita: domani BankAustria per pagare la cauzione (!!!) per la chiave della stanza della musica, che è uno stanzino in cantina senza finestre, un po’ claustrofobico ma con pianoforte. E visto che per la lavatrice serve questo benedetto circuito “Quick” (???) forse dovrò aprire un conto qui. Se aggiungo anche che BankAustria adesso è dell’Unicredit, credo che qualcuno sghignazzerà 😛

Per quanto riguarda il lavoro, arrivano spesso persone con domande incredibili o casi davvero particolari, come il violista americano che vive a Vienna e avendo parenti italiani alla lontana ne ha approfittato per avere il passaporto europeo, e voleva sapere con precisione millimetrica come arrivare in un piccolo paesino in provincia di Palermo, dove era nato suo nonno. Sicuramente più gente rispetto a ieri, ma grazie a un’eroica opera di sistemazione dei dépliant (finora: Veneto-Friuli-Lombardia) sto imparando dove stanno le cose… Ufficio stampa, prima o poi ci vediamo vedrai!

Mi dispiace per il momento di non poter dire granché su Vienna e la gente che la abita, anche se una cosa l’ho capita: lo sconfinato amore per l’Italia. Il signore della “Schnecke-Tasse”, gentile come un negoziante di paese, mi ha raccontato di quando andava con i suoi genitori a Jesolo, e di come lui adesso ci porti i suoi figli (sempre a Jesolo, mammamia O_o;). E’ quasi commovente, forse non ce la meritiamo neanche tanta attenzione.

Ma in generale, questa gentilezza (a parte casi sporadici) si vede anche al front office: la gente chiede, aspetta pazientemente il proprio turno e ringrazia più volte anche quando siamo riusciti a trovare pochino su quel che volevano… Lavorare diventa molto più piacevole e leggero.

Buona notte a tutti, a domani 🙂

PS: sì, è grave, inizio a pensare in tedesco. Ma se è così dopo due giorni, tra tre mesi???

Annunci

9 Risposte to “Giorno 3-la spesa!!!”

  1. Morpheu5 Says:

    Io ho scoperto che non si possono fare conti transnazionali (almeno per i privati) e infatti dovrò aprirne uno alla filiale di Barcellona della Banca di Roma (che è di Unicredit, ma solo perché conosco già la banca e parlano italiano). Sarebbe stato molto comodo poter collegare i due conti. Pazienza…

    Ma… la fotina? :*

  2. Morpheu5 Says:

    Ah, sì, dopo tre mesi non sarai più capace di parlare italiano (urgh). Ma è auspicabile che tu inizi a pensare nella lingua del paese ospite, così ti viene più naturale parlare!

  3. Grissino Says:

    No, non é grave pensare in tedesco… potessi farlo io ^_^

  4. Grissino Says:

    dimenticavo: Hofer é il migliore come rapporto qualitá-prezzo. Faccio sempre la spesa lí e quelle poche cose che non sono di buona qualitá, le prendo allo Spar. Prova lo strudel topfen e lamponi che fra l’altro é fatto in Italia 😀 (in Sud Tirolo peró… 😛 )

  5. xalira Says:

    Ok ci farò un giro. Però la verdura ha di quei prezzi ç___ç E allo Spar ci sono stata venerdì, uno shock peggio di Billa O___O Però ho trovato del Vollkornbrot a 0,75 €! (lo adoro 🙂 )

  6. Alex Says:

    concordo con grissino-hofer è er meio,dop viene Penny (qualità-prezzo).
    Altrove si chiama Aldi.Sí-gli austriaci amano l´Italia ma non sempre anche
    allo stesso modo gl´italiani.

  7. xalira Says:

    Sono arrivata alla stessa conclusione 🙂 A Zielpunkt vado solo il lunedì, per le banane 😛 Penny (e Lidl) invece non li ho trovati ancora…
    Sì, amano sicuramente l’Italia ma siamo *un po’* diversi come mentalità.

    PS: Benvenuto 🙂

  8. Alex Says:

    ti ho soperta su italiansonline/sezione Vienna-sono natan.
    Spero di vederti a qualche incontro.

  9. xalira Says:

    Ah, ma allora c’è qualcuno! 😀 Allora mi ricollego al sito stasera 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: