Einkaufsfieber – Lo shopping a Vienna

Non sono una persona fissata con negozi di abbigliamento e cose del genere (a meno che non si parli di accessori o abiti da sera, difficili da trovare). Ma esiste purtroppo qualcosa chiamata “saldi” capace di far andare fuori di testa chiunque. E non c’è niente di peggio della frustrazione che si prova quando dopo una decina di negozi non si è ancora trovato niente, uno stato da cui si esce solo comprando qualcosa, anche se non è in saldo (e così mi è successo: alla fine 2 magliette da H&M, una grigia con farfalle bianche e una viola, comunque per un prezzo ridicolo). Ne ho approfittato almeno per farmi una mappa dei maggiori negozi di abbigliamento di Vienna 🙂

Le possibilità sono 2:

_MG_0819Kärtnerstraße e dintorni – la lotta con turiste da tutto il mondo è assicurata; lunghe code alle Kabinen e caos da saldi un po’ dappertutto (quasi tutti i negozi hanno almeno due piani). Prima di arrivare allo Stephansdom si riesce a incappare in ben 3 H&M (uno dei quali con marchio Divided), un Pimkie e un Tally Weijl (esiste anche in Italia ma in Veneto non è ancora arrivato), uno store Benetton e uno di Tchibo (chiuso fino _MG_0826all’8 agosto, vende un po’ di tutto ma la S è come la nostra M), un negozio di Geox (!) e uno di Sisley, così come una filiale di Claire’s, negozio di accessori capace di accontentare tutte, dalle truzzette alle goticone (e ovviamente non ancora esistente in Italia, mannaggia). Ma si trovano anche piccoli outlet, da quello di Jones a Outlet and the city (dove spero lunedì di ritrovare una bellissima maglietta nera e bianca). E _MG_0828due negozi di Humanic, catena di scarpe e accessori in cuoio che mette in bella mostra un sacco di marche italiane accanto alle multinazionali classiche, da Nike a Adidas, peccato per i prezzi alti nonostante i saldi. 
A Stephansplatz hanno trovato un posto strategico Zara _MG_0846(ma ce n’è un altro più piccolino anche in Kärtnerstraße) e Stefanel, mentre H&M si è aggiudicata il quarto negozio nel giro di 200 metri (ma ha senso?) in un vecchio palazzo barocco, e varrebbe la pena entrarci solo per questo. Shopping ViennaPoco più in là c’è il Tchibo dove ho comprato la mia giacca jeans (*__*) e soprattutto Accessorize e la marca correlata di abiti Monsoon; chi avesse tra i 150 e i 300 euro da spendere in questo periodo potrebbe trovare non dico l’abito da sposa ma qualcosa che ci si avvicina sì.
E poi ci sono le stradine laterali in cui sopravvivono le boutique ma dove si possono trovare anche mostri come D&G. Seguendo le indicazioni per il Rathaus si attraversa una stradina con alcuni negozi specializzati in accessori realizzati artigianalmente (con conseguenti prezzi folli).

_MG_0883Mariahilferstraße – dopo averla vista un paio di volte, sono convinta che sia il posto migliore dove andare. Perché i negozi sono vicini l’uno all’altro, perché è raggiungibile in auto, perché è meno interessata dalla piaga turistica e non ci sono assurdi lavori in corso o alberi che restringono la carreggiata. Come sempre, H&M (almeno 3), un Benetton, un Pimkie, un Claire’s, un Tally Weijl, qualche Humanic, un paio _MG_0890di Zara… Ma anche negozi che si trovano solo qui, in primis Orsay, che ho conosciuto nel 2001 in Germania e ho sempre sperato di ritrovare un giorno: ha prezzi ottimi e una sezione di maglie, gonne e vestiti eleganti niente male, buon gusto, insomma, e ordine. Lì vicino c’è anche Max, che propone un ottimo assortimento di scarpe ordinate sugli scaffali per numero invece che per modello; avevo quasi trovato i sandali _MG_0865che cercavo, sigh. Degni di nota anche New Yorker (abbigliamento e accessori casual economici), Turek (piuttosto caro, ha anche marche come Diesel e Fornarina) e Stiefelkönig (scarpe), mentre si trova anche Promod e perfino Miss Sixty (invece Bershka in Austria non c’è ancora). Per farsi due risate c’è sempre World of Accessories, con borse, scarpe e collane davvero kitsch, mentre per i fan Apple c’è qui uno dei rivenditori locali, MC Station (però nel negozio di Mariahilf non ci sono ancora stata). La lista sarebbe ancora lunga, ma dà un’idea di quello che ci si trova, per non parlare dei supermercati e ristoranti, mentre in Kärtnerstraße si è più orientati verso le Mozartkugeln e i rivenditori imparruccati di biglietti per l’opera. 

Due cose interessanti ho notato in questa settimana di “Einkaufsfieber”: la povertà di idee della cosiddetta “fast fashion”, che spesso propone gli stessi identici prodotti (del resto non sono altro che versioni economiche delle marche prestigiose da cui scopiazzano), agli stessi prezzi, con la conseguenza che alla fine un marchio vale l’altro. E comunque la furbizia delle dirigenze nel proporre vestiti dagli stili più diversi per accontentare tutti, donne velate musulmane comprese.

Dimenticavo: le TAGLIE (femminili)! 
Nessun problema per le scarpe (Italia rulez!), mentre per l’abbigliamento si trovano o le classiche S, M, L ecc., oppure i numeri in decine: alcuni negozi (Pimkie) hanno anche la taglia italiana, altri (H&M) hanno solo quelle tedesche, abbastanza diverse. Per esempio, io sono una 42 e qui mi va una 36. Quindi: 40=34, 42=36, 44=38, 46=40 ecc. Insomma: vostra taglia-6. Vale per maglie, abiti e pantaloni.

_MG_0881Ad accompagnarmi alla scoperta di Mariahilf niente meno che la mia coinquilina, Gabi, che con un tempismo perfetto (…) è tornata ieri. Simpatica, beve un po’ troppa Coca-cola e ha la passione per le cose colorate e gli orecchini dalle forme più assurde. Siamo decisamente agli opposti come abbigliamento e corporatura, ma è stato interessante vedere i posti dove mi ha portata. Quasi sicuramente tornerà anche stasera non prima delle 3 di notte.

E domani? Uhrenmuseum? Kunsthistorisches Museum? Zoo di Schönbrunn? Per il momento mi basterebbe che *qualcuno* si decidesse ad arrivare…

Annunci

13 Risposte to “Einkaufsfieber – Lo shopping a Vienna”

  1. Grissino Says:

    Ah ah, sei in attesa del tuo lui?
    😛

    Sí la Mariahilferstrasse é buona per fare acquisti. C’è anche lo store ufficiale Nike. A metá c’é il Café Ritter, la prox volta fermati per un Mohr im Hemd che ti basta per un intero pasto. Dalla parte opposta a dove sei stata tu (oltre la Westbahnhof) c’é anche lo store ufficiale delle Crocs (non so se ti interessano ^_^ ma é bene saperlo).

  2. Grissino Says:

    Dimenticavo, alla fermata Neubaugasse c’é il Gerngross, centro commerciale, con Akakiko (sushi), Saturn (elettronica, elettrodomestici, PC e DVD), uno grosso di sport e un sacco di altri bei negozi sia di moda che di casalinghi e giochi. Nel sottorraneo c’é un Merkur. Si accede al tutto dalla strada o direttamente dalla fermata del metró 😉

  3. xalira Says:

    Sì, infatti non l’ho percorsa proprio tutta, mi sono fermata a prima di Zieglergasse. Ma ci torno di sicuro almeno per l’MC Station e per Neubaugasse, ho letto che è pieno di second hand shops *___*

    (e no, le Crocs non mi piacciono anche se ho letto con interesse il tuo post pro-contro)

  4. sariti Says:

    benvenuta nella mia via! io abito in mariahilferstrasse sia letteralmente che metaforicamente parlando…ehehehe….potrei farti da guida se hai voglia di tornare a farti un giro qui… ;.)

  5. xalira Says:

    Davvero? Avevo capito che come zona fossi in Schottentor… Beh, complimenti per la posizione strategica! 🙂
    Penso proprio che ci tornerò molto presto ^^

  6. Grissino Says:

    Schottentor immagino Sariti ci vada per l’Universitá: sbaglio? 🙂

  7. sariti Says:

    …e bravo grissinen! son tornata solo ieri e son cosi’ felice..e’ incredibile come questa citta’ faccia parte di me oramai… :.)!

  8. xalira Says:

    Wow, e cosa studi, Sariti?

  9. sariti Says:

    frequentavo un corso di tedesco tenuto all’universita’…svelato il mistero dei miei peregrinaggi in zona shottenthor… 😉

  10. Lo shopping a Vienna Teil 2 - Precisazioni e nuove scoperte « NON SOLO SACHER Says:

    […] e nuove scoperte E’ un po’ strano scriverlo adesso, visto anche che il Teil 1 risale a luglio. Ma è doveroso, visto che nel frattempo avevo scoperto un bel po’ di […]

  11. 10.000! :D « NON SOLO SACHER Says:

    […] Einkaufsfieber – Lo shopping a Vienna […]

  12. noemi Says:

    Scusami avrei bisogno di un aiuto.. dove trovo un negozio che venda articoli come: cuscini, lenzuola e coperte? zona favoriten grazie in anticipo

    • xalira Says:

      Oddio, vedo questo commento solo ora: domanda da un milione di dollari! Adesso sto a Londra e non è facile risponderti… C’è sempre l’IKEA con lo shuttle bus gratuito 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: